Dizionario Scultori

Atlante Regionale

 
 

 

 

 

     

Nino Franchina

Nino Franchina (Palmanova, Udine, 1912 - Roma 1987).
Galleria Fotografica

Inizialmente vicino a un arcaismo derivato da Arturo Martini, negli anni Trenta fu in contatto con gli ambienti artistici milanesi della dissidenza antinovecentista (mostra del 1934 alla Galleria Il Milione con R.Gattuso e G.Mignecco).

Dopo l'adesione al Fronte nuovo delle arti (1947) de recò a Parigi, dove rimase fino al '50 avvicinandosi alla cultura dell'avanguardia internazionale (Picasso, Pevsner, Calder).Il suo stile si caratterizza per la dialettica di tensioni lineari e di più consistenti nuclei di materia evocanti un universo immaginario di forme organche. Grandi costruzioni in ferro successivamente alleggerite da elegantissimi arabeschi di acciaio lietamente svettanti nello spazio.

Nel 1972 ha avuto una sala personale alla Biennale di Venezia e ha in seguito partecipato a parecchie esposizioni, tra cui quella dell'Informale in Italia (Bologna 1983).

Tra le opere ricordiamo Lo stregone, (Torino, Galleria d'Arte Moderna); Araldica, (Palermo, Ente Provinciale per il Turismo); Commessa 60124 (Genova, 1960, Lungomare);Spoleto 1962 (Spoleto, piazza del Municipio) e La grande araldica (Cortona, 1982), quest'ultima donata a Cortona negli anni '60 come atto di riconoscenza verso la città della Valdichiana, dove era nato e vissuto il suocero di Franchina, il pittore Gino Severini.

 


Home | Scultori Italiani | Scultori Mondiali | Le Vostre Sculture | Gallerie fotografiche | Approfondimenti |
| Mostre ed Eventi | Links | Download | Forum |  Contatti |

 

 

   

 

Home
Scultori Italiani
Scultori Mondiali
Le Vostre Sculture
Gallerie Fotografiche
Approfondimenti
Mostre ed Eventi
Links
Download
Forum
Contatti