Dizionario Scultori

Atlante Regionale

 
 

 

 

 

     

Benedetto da Maiano

Benedetto da Maiano (Firenze 1442-97).
Galleria Fotografica

Nella sua opera architettonica (portico di Santa Maria delle Grazie ad Arezzo, 1490 ca; collaborazione alla costruzione del fiorentino Palazzo Strozzi, iniziato nel 1489) mosse dall'esempio brunelleschiano per elaborare sobrie strutture improntate a ideali di rigoroso equilibrio.

Come scultore lavorò frequentemente in società con il fratello Giuliano, ma fu vicino ai modi di Antonio Rossellino, discostandosi dal linearismo del primo rinascimento; ora per accogliere suggestioni narrative di stampo ghirlandaiesco ed esprimere un minuzioso gusto fisionomico (ritratti di Pietro Mellini, 1474, Firenze, Bargello;

e di Filippo Strozzi, 1475, Parigi, Louvre),

ora per aprirsi a un ardito píttoricismo luministico, o ancora per tentare una plastica più massiccia e turgida ma pur sempre attentissima alle proporzioni (porta della Sala dei Gigli in Palazzo Vecchio, 1481;due lunette in terracotta invetriata per la Basilica della Santa Casa di Loreto, 1484-87; altare per la Cappella di San Bartolo nella chiesa di Sant'Agostino a San Gimignano, 1492-94; dossale con l'Annunciazione nella chiesa di Monteoliveto, Sant'Anna dei Lombardi, a Napoli, 1489).

Il suo capolavoro è senza dubbio il pulpito di Santa Croce a Firenze, 1472-75 ca. con le Storie francescane; Sospeso ad uno dei piloni gotici della chiesa, presenta una armonia nelle proporzioni ed una eleganza nella struttura che conferma una sesibilità architettonica di Benedetto.

 


Home | Scultori Italiani | Scultori Mondiali | Le Vostre Sculture | Gallerie fotografiche | Approfondimenti |
| Mostre ed Eventi | Links | Download | Forum |  Contatti |

 

 

   

 

Home
Scultori Italiani
Scultori Mondiali
Le Vostre Sculture
Gallerie Fotografiche
Approfondimenti
Mostre ed Eventi
Links
Download
Forum
Contatti