Dizionario Scultori

Atlante Regionale

 
 

 

 

 

     

Giovanni Anselmo

Giovanni Anselmo (Borgofranco d'Ivrea, 1934).
Galleria Fotografica

Esponente dell'Arte Povera, ha indagato soprattutto le interazioni tra materiali di opposta natura, come quelli organici e inorganici; così in "Scultura che mangia" (Senza titolo, 1968) sostanze vegetali sono pressate tra blocchi di granito finché decomponendosi ne provocano il distacco:

 

mentre in Torsione (1968) una pelle animale è affondata in un blocco di cemento e ritorta attorno a un bastone di legno creando un effetto di tensione.

Ha lavorato spesso con massi di pietra e granito sondando dimensioni come peso, gravità, energia.

Dal 1980 inizia a comparare la leggerezza dell'oltremare con l'immobilità della pietra, tema che vive in un ciclo di opere. L'idea dell'infinito e della possibilità di raggiungerlo sono temi che portano ancora oggi l'artista a rappresentare, attraverso il suo lavoro, le azioni di avvicinamento e di comunicazione tra realtà di segno opposto.

Ha realizzato numerose personali in Italia e all'estero. Nel 1990 il Leone d'Oro per la Pittura alla Biennale di Venezia.

Tra l'opera moltiplicata si ricorda la cartella Leggere, varie fotografie e collage.

 


Home | Scultori Italiani | Scultori Mondiali | Le Vostre Sculture | Gallerie fotografiche | Approfondimenti |
| Mostre ed Eventi | Links | Download | Forum |  Contatti |

 

 

   

 

Home
Scultori Italiani
Scultori Mondiali
Le Vostre Sculture
Gallerie Fotografiche
Approfondimenti
Mostre ed Eventi
Links
Download
Forum
Contatti